Agenzia Logos, serie di eventi a Cecina Mare

Logo Agenzia Logos

L’Agenzia Logos profonda assertrice che la cultura diventa strumento di conoscenza solo se è sempre più ampio il campo in cui si diffonde, ha organizzato una serie di eventi a Cecina Mare, presso la palazzina Ginori oggi nota con il nome di Villa Marina.

Non è il primo evento di cui questa associazione è promotrice. Fuori dalla sua città, la Logos si è infatti distinta con iniziative a Suvereto, Lorenzana, Firenze e Porto Santo Stefano all’Argentario, con successo di pubblico e di critica.

Nei giorni 27 maggio, 10 e 17 giugno dalle ore 17.00 presso la base logistica di Cecina marina si terranno tre conferenze utili e necessarie a quanti non sono soddisfatti della conoscenza che hanno di quanto ci circonda. All’insipido mondo della quotidianeità dove l’individuo è solo con la sua ignoranza, Logos propone una scarica di adrenalina culturale, andando a trovare il pubblico nelle varie località dove il nostro spirito libero ci trasporta. Di quanti ci hanno ascoltato, nessuno è rimasto deluso delle nostre conferenze o comunque manifestazioni culturali d’arte e di musica, e questo nonostante l’ostico ambiente delle nostre terre, in cui spesso ci troviamo a lavorare.

Siamo volontari ma non sprovveduti e in questi anni abbiamo maturato una sufficiente esperienza sul modo di conoscere che ci farebbe incrociare con quanti leggendo queste righe abbia voglia e coraggio di farlo. Un dibattito apolitico e aconfessioanale è quello che stiamo cercando, nella speranza che tra le macerie della cultura locale ci sia qualcuno disposto a affrontare la sfida.

La prima iniziativa del 27 maggio a Cecina Mare è dedicata a quanti desiderano conoscere meglio la storia del periodo napoleonico e in particolare quello che accadeva nella zona tra Rosignano e San Vincenzo. Il secondo e il terzo incontro, che si terranno con lo stesso orario il 10 e il 17 giugno, verteranno rispettivamente la storia della villa Ginori e il fiorire di una nuova cultura e lo sviluppo di Cecina Mare come centro turistico.

Rispondi