Statuto

In data odierna si sono riuniti i sottoscritti Signori:

– Pietro Basci

– Sarah Bovani

– Riccardo Ciorli

– Luciano Dellabella

– Antonio Luverà

– Enrico Moggi

– Valerio Moggi

– Marco Paglioni

– Renzo Pratesi

– Michela Sgarallino

i quali, con il presente atto, convengono e stipulano quanto segue:

I. dichiarano di costituire col presente atto un’Associazione culturale denominata “LOGOS: Agenzia per la cultura”;

2. l’Associazione ha sede in Livorno;

3. l’Associazione si propone di valorizzare la cultura nazionale ed internazionale mediante lo sviluppo e la promozione di eventi e progetti indirizzati al sostegno del dialogo nel campo dell’arte, architettura, archeologia, ambiente, archivistica, spettacolo, musica, confessioni  religiose e delle tradizioni. L’Associazione è apolitica, apartitica e aconfessionale e non ha scopo di lucro.

4. la durata dell’Associazione ha durata trentennale;

5. l’Associazione avrà i seguenti Organi Sociale:

a) Assemblea degli aderenti all’associazione;

b) Consiglio Direttivo;

c) Presidente del Consiglio Direttivo;

d) Vice Presidente del Consiglio Direttivo;

e) Segretario del Consiglio Direttivo;

f) Tesoriere del Consiglio Direttivo;

6. l’Associazione è retta dallo statuto che, firmato dai sottoscritti per accettazione. si allega alla presente scrittura privata sotto la lettera “A” perché ne formi parte integrante e sostanziale.

7. il Consiglio DÌrettivo dell’Associazione, per il primo triennio, viene così costituito:

Sig. Riccardo Ciorli Presidente

Sig. Valerio Moggi Vice Presidente

Sig. Michela Sgarallino Segretario

Sig. Marco Paglioni Tesoriere

Sig. Renzo Pratesi Consigliere

8. la quota di iscrizione dei soci che entrano a far parte dell’Associazione verrà determinata ogni anno con deliberazione dell,Assemblea deisoci. per l’anno 2or2la quota associativa viene fissata in euro trenta.

9. il presidente viene autorizzato a compiere tutte le pratiche necessarie per il conseguimento dell’eventuale riconoscimento dell’Associazione presso le Autorità competenti.

10. le spese della presente scrittura privata sono a carico dell’Associazione.

Pietro Basci

Sarah Bovani

Riccardo Ciorli

Luciano Dellabe

Antonio Luverà

Enrico Moggi

Valerio Moggi

Marco Paglioni

Renzo Pratesi

Michela Sgarallino

Statuto sociale

“LOGOS: Agenziaper la cultura

Art. 1

E’ costituita l’associazione denominata “LOGOS: Agenzia per la cultura”.

Art.2

L’associazione ha sede in Livorno, via Cairoli, 21.

L’associazione potrà istifuire sedi secondarie non oPerative in altri luoghi, sia in Italia che all’estero.

Art.3

L’associazione ha durata di anni 30 (trenta) a decorrere dalla data della presente scrittura, e potrà essere prorogata, dall’Assemblea dei soci,  secondo le norme di legge.

Att.4

L’associazione è apolitica e non persegue scopo di lucro, sia diretto che indiretto, ed è estranea ad ogni questione politica, religiosa e razziale, pertanto è indipendente, neutrale ed autonoma.

L’associazione si propone di valorizzarela cultura nazionale ed internazionale mediante lo sviluppo e la promozione di eventi e progetti indirizzati al sostegno del dialogo nel campo dell’arte, architettura, archeologia, ambiente, archivistica, spettacolo, musica, confessioni religiose e delle tradizioni.

L’associazione potrà svolgere la propria attività nell’ambito della regione Toscana e nel resto del territorio nazionale ed estero e potrà avvalersi delle possibilità offerte dagli scambi scientifico-culturali fra le Nazioni in coliaborazione con altre associazioni con finalità analoghe e/ o complementari.

L’assocrazione al fine di perseguire gli scopi sociali sopra indicati potrà, inoltre, aderire ad altri enti ed altre associazioni od organismi italiani e/o esteri, ossia potrà associarsi e/o affidarsi ad altre organizzazioni, nonché partecipare alla costituzione e/o gestione di altre associazioni e/o enti con finalità analoghe e/o complementari, sempre e comunque nel rispetto del raggiungimento degli scopi sociali sopra indicati.

Pertanto, l’associazione potrà stipulare ogni tipo di contratto e/o accordo con terzi soggetti, sia pubblici che privati, nonché potrà porre in essere tutte le operazioni mobiliaii, immobiliari e finanziarie ritenute dal Consiglio Direttivo e/o dall’,Assemblea dei soci utili al raggiungimento degli scopi sociali.

E’, fatto assoluto divieto di svolgere attività diverse da quelle istituzionali ad eccezione di quelle direttamente connesse all’attività dell’ associazione stessa.

Art.5

Il numero dei soci è illimitato.

I soci si distinguono in:

soci fondatori;

soci ordinari;

soci onorari.

7. Sono soci fondatori coloro che hanno sottoscritto l’atto costitutivo.

Possono diventare soci ordinari tutti i soggetti privati, le persone fisiche, gli enti, sia pubblici che privati, le istituzioni e le organizzazioní, sia pubbliche che private, sia nazionali che estere, che condividono le finalità dell’associazione medesima. ogni socio, sia fondatore che ordinario, deve versare annualmente la quota stabilita dall’Assemblea dei soci e con l’ammissione a socio si impegna ad osservare lo Statuto sociale, eventuali regolamenti interni, e tutte le decisioni adottate dal Consiglio Direttivo e dalle Assemblee dei soci.

Le domande di iscrizione presentate da giovani di età inferiore a 18 (diciotto) anni devono essere sottoscritte anche da chi esercita la potestà o la tutela.

Sono soci onorari le persone fisiche e/o giuridiche che per acquisita notorietà nel proprio settore di attività o per meriti acquisiti nei confronti dell’associazione, dimostrino la loro ideale convergenza personale verso di essa. Tali soci sono prescelti e nominati dal Consiglio Direttivo, e sono esenti da obbligo di versamento di qualsiasi quota e/o contributo.

Tutti i soci hanno pari diritti, non esistono soci con attribuzione di diritti particolari, nonché non esistono soci con limitazioni in funzione della temporaneità di partecipazione alla vita associativa.

Art.6

La qualifica di socio si perde:

– per morte;

– per dimissioni, da presentarsi per scritto entro la data di chiusura di ogni anno sociale;

– per morosità nel pagamento delle quote sociali;

– per radiazione, che viene pronunciata nei confronti del socio che commette azioni ritenute disonorevoli o che con la sua condotta ostacoli il buon andamento dell’associazione stessa, sulla proposta di radiazione delibera l’assemblea.

I soci dichiarati esclusi non hanno il diritto al rimborso della quota annuale versata.

Inoltre a carico dei soci possono essere adottati i seguenti provvedimenti disciplinari:

o ammonizioni;

o sospensione temporanea da ogni incarico sociale.

Tali provvedimenti sono deliberati dal Consiglio Direttivo.

Art.7

Gli organi sociali sono:

– l’Assemblea dei soci;

– il Consiglio Direttivo;

– il Collegio dei Garanti o cosi detto dei Probiviri;

– il Collegio dei Revisori.

Tutte le cariche associative sono gratuite e da scegliersi tra i soci

Art.8

L’anno sociale decorre dal 01 Gennaio al 31 Dicembre di ogni

anno.

L’Assemblea dei soci viene convocata con delibera del Consiglio Direttivo entro il mese di Aprile di ogni anno con preavviso di almeno 8 (otto) giorni da inviare ai soci stessi oppure mediante avviso affisso nella sede dell’associazione, contenente il giorno, I’ora ed il luogo della riunione, nonché le specifiche argomentazioni poste all’ordine del giorno. Nei casi di urgenza è consentita una comunicazione scritta con tre giorni di preavviso.

Ogni socio, in sede assembleare, ha diritto ad un voto. I soci possono farsi rappresentare in Assemblea, con delega scritta, da altro socio. Ciascun socio non potrà portare, comunque, più di cinque deleghe.

La convocazione dell’Assemblea dei soci oltre che deliberata dal Consiglio Direttivo può essere richiesta da almeno il10% (dieci percento) dei soci aventi diritto al voto in sede assembleare.

Art.9

L’Assemblea ordinaria dei soci è regolarmente costituita, in prima convocazione, con la presenza, anche per delega, di tanti soci che rappresentino almeno la metà degli associati; in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei soci presenti. L’Assemblea straordinaria dei soci è validamente costituita con la presenza, anche per delega, dei 3/4 degli associati sia in prima che in seconda convocazione con la presenza e delibera con ii voto favorevole dei 3/4 degli associati.

L’Assemblea dei soci delibera a maggioranza semplice di voti dei presenti o dei rappresentati.

Tutte le assemblee sono presiedute dal Presidente, che nomina un segretario il quale dovrà procedere alla verifica delle deleghe e dei soci presenti ed al controllo delle votazioni.

Art. 10

I compiti dell’Assemblea ordinaria dei soci sono:

– approvare la relazione tecnica e morale dell’anno sociale;

– eleggere, alle scadenze previste, il Presidente e gli altri membri del Consiglio Direttivo, nonché i membri del Collegio dei Garanti o cosÌ detto dei Provibiri e/o i membri del Collegio dei Revisori;

– approvare il bilancio preventivo e/o consuntivo;

– determinare le quote sociali;

– approvare i programmi delle attività da svolgere:

I compiti dell’Assemblea straordinaria dei soci sono:

– deliberare le modifiche statutarie;

– deliberare lo scioglimento dell’associazione;

– decidere sulle questioni di carattere straordinario sottoposto alla sua approvazione dal Consiglio. Direttivo o dall’Assemblea dei soci.

Le deliberazione dell’Assemblea prese in conformità al presente Statuto obbligano tutti i soci anche se assenti, dissenzienti o astenuti dal voto

Art. 11

Il Consiglio Direttivo è eletto dall’Assemblea dei soci ed è composto da tre, cinque o sette membri, tutti eletti tra i soci. Gli stessi membri posso essere rieletti. Se nel corso del mandato vengono meno uno o più consiglieri, subentrano i primi non eletti, i quali, rimarranno in carica solo per il restante periodo. In tutti i casi di parità dei voti, viene eletto il più anziano di età.

La carica di Consigliere è ad personam e quindi non può essere delegata, il Consiglio elegge tra i suoi membri un Presidente, un Vice-Presidente, un Segretario, un Tesoriere e gli eventuali Consiglieri.

Tutte le cariche menzionate sono onorifiche, ossia non è previsto, a qualsiasi titolo e/o grado, alcun tipo di compenso per l’espletamento della carica di membro del Consiglio Direttivo.

Art.12

Il Consiglio Direttivo è convocato -dal Presidente e le sue riunioni sono valide quando partecipa la totalità dei membri che compongono il Consiglio stesso.

Le decisioni del Consiglio Direttivo sono adottate a maggioranza assoluta ed, in caso di parità, prevale il voto del Presidente.

Art. 13

I compiti del Consiglio Direttivo sono:

– attuare e/ o rendere esecutivi i programmi delle attività istituzionali da svolgere in base alle delibere dell’Assemblea dei soci;

– deliberare sulla proposta di ammissione di un nuovo socio presentata da almeno due soci dell’associazione e deve essere corredata dal curriculum completo dell’aspirante, nonché conferire la qualifica di socio onorario;

– redigere il bilancio preventivo ed il bilancio consuntivo da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea e curare gli affari di ordinaria  amministrazione;

– fissare le date delle assemblee dei soci, indire almeno una volta all’anno e convocare l’assemblea qualora lo reputi necessario o venga chiesto dal10% (dieci percento) dei soci;

– adottare tutti gli eventuali provvedimenti nei confronti dei soci;

– redigere eventuali regolamenti interni;

– curare l’ordinaria e straordinaria amministraziorte, con esclusione dei compiti espressamente attribuiti all’Assemblea dei soci dal presente statuto;

– espletare ed o adempiere a quant’altro previsto dal presente statuto.

Art. 14

Il Presidente è il legale rappresentante dell’associazione, ne firma gli atti ed in caso di impedimento o di assenza viene sostituito dal Vice-Presidente, in quanto allo stesso possono essere delegati, in tutto o in parte, le attribuzioni di spettanza al Presidente.

Art. 15

n segretario da esecuzione alle delibere del Consiglio Direttivo, redige e conserva i verbali delle riunioni, cura la tenuta dei libri sociali, provvede alla organizzazione dell’attività dell’associazíone.

Art. 16

Il Tesoriere cura l’amministrazione dell’associazione secondo le delibrere del Consiglio Direttivo, in particolare tiene la cassa sociale e ne è responsabile di fronte al Consiglio Direttivo.

Art.17

I Consiglieri partecipano alle riunioni del Consiglio Direttivo, e possono svolgere mansioni e/o incarichi attribuiti e/o delegati dal Consiglio stesso.

Art. 18

Il Consiglio Direttivo dura in carica anni 3 (tre) ed i consiglieri dimissionari possono essere sostituiti da altri soci in sede assembleare.

Art. 19

Il Collegio dei Garanti o cosÌ detto dei Probiviri, se costituito, è composto di n. 03 (tre) membri ef o comunque da un numero dispari di.componenti diversi da uno.

Tale Collegio viene chiamato. a giudicare su eventuali divergenze ef o questioni nate all’interno dell’associazione, sulle violazioni dello Statuto e/o del regolamento interno, se redatto, e sull’inossetvanza delle delibere assembleari dei soci, deliberando a maggioranza assoluta dei suoi membri, riunendosi ogni qual volta le condizioni e/ o necessità  lo rendano  ecessario e/ o utile.

Art.20

Ii Cotlegio dei Revisori, se costituito, è composto di n. 03 (tre) membri. Ha il compito di vigilare e/ o controllare l’attività amministrativa e finanziaria dell’associazione, nonché di verificare i’attuazione delle delibere del Consiglio Direttivo.

Tale Collegio si riunisce ogni 90 (novanta) giorni, e sfraordinariamente ogni qual volta ne faccia richiesta uno dei suoi membri e/o il Consiglio Direttivo, delibera a maggioranza assoluta dei suoi membri,

Art.21.

I membri del Collegio dei Garanti o così detto dei Probiviri, ed i membri del Collegio dei Revisori durano in carica anni 3 (tre), e non sono rieleggibili.

Art.22

Le nomine ef o le cariche all’interno del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Garanti o così detto dei Probiviri e del Collegio dei Revisori sono inderogabilmente incompatibili tra loro.

Art.23

Qualora si accertasse I’impossibilità di funzionamento dell’Associazione o venisse meno I’interesse alla sua esistenza, I’Associazione, con delibera dell’Assemblea Straordinaria con voto favorevole dei 3/4, degli associati, ai sen’si del presente Statuto, verrà sciolta e verranno nominati uno o più liquidatori.

In caso di scioglimento dell’Associazione, per qualunque causa, il patrimonio sarà devoluto ad altra associazione non lucrativa di utilità sociale od a fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’articolo 3o, comma 190, della legge 23 dicembre 1996 n” 662, salvo diversa destinazione imposta dalla legge vigente al momento dello scioglimento.

Art.24

Il patrimonio dell’associazione è costituito:

– dalle quote di iscrizione e dalle quote annuali associative versate dai soci fondatori ed ordinari;

– dai beni mobili ed immobili che diverranno di proprietà dell’associazíone;

– da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio;

– da eventuali erogazioni, donazioni, contributi e lasciti da parte di terzi soggetti;

– dal ricavato di sottoscrizione e raccolta fondi, da utilizzare per il conseguimento dei fini statutari;

– da ogni altra entrata o contributo che concorra ad incrementare i’attivo sociale, anche derivante da ogni tipo di attività che il Consiglio Direttivo riterrà opportuno, di volta in volta, realizzare per il conseguimento degli scopi istituzionali.

In merito a quanto sopra indicato, l’associazione provvede al raggiungimento dei suoi fini sociali principalmente con il recepimento dei contributi associativi dei soci, in quote mensili e/o trimestrali e/o semestrali e/o annuali deliberate dall’Assemblea dei soci in base alle indicazioni del Consiglio Direttivo in fase di redazione del bilancio preventivo e consuntivo.

L’associazione potrà ricevere, oltre ai contributi associativi di cui al comma precedente, contributi ed erogazioni liberali concesse da soggetti privati, siano persone fisiche che organizzazioni e/o istituzioni e/o società con o senza personalità giuridica, nazionali e/o estere, enti e/o organizzazioni e/o istituzioni pubbliche a carattere locale, provinciale, regionale, nazionale ed internazionale. Inoltre, l’associazione potrà altresì ricevere, sempre in conformità ai commi precedente , donazioni e/o lasciti testamentari.

I contributi associativi di cui al primo comma del presente articolo nonché i contributi, le erogazioni e le donazioni di cui al comma precedente del presente articolo, ricevuti a carattere istituzionale, hanno quale unico fine la copertura dei costi sociali, L’associazione ha l’obbligo di redigere il bilancio o rendiconto annuale. Gli eventuali avanzi di gestione non potranno mai essere distribuiti in favore dei soci, pertanto è fatto assoluto divieto di distribuzione diretta o indiretta di avanzi di gestione in favore dei soci. Gli stessi saranno destinati e/o impiegati per la copertura di costi futuri od indirizzati ad iniziative scientifico-culturali e/o assistenziali, ossia impiegati nel perseguimento del fine non lucrativo istituzionale dell’associazione.

Art.25

Per quanto non previsto dal presente Statuto e/o dal regolamento interno, se redatto, si  rinvia espressamente alla disciplina civilistica vigente.

I Soci Fondatori

Pietro Basci

Sarah Bovani

Riccardo Ciorli

Luciano Dellabella

Antonio Luverà

Enrico Moggi

Valerio Moggi

Marco Paglioni

Renzo Pratesi

Michela Sgarallino